Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
01 Jan

YouTubwood

Pubblicato da admin  - Tags:  3d, cinema, entertainement, flixter, televisione, webtv, you tube

Il primo postino del 2011 lo dedico ad uno dei segmenti dei social media che subirà i maggiori cambiamenti in futuro.

Leggo questa notizia di investimenti tra Google e Flixter YouTube più vicina al cinema, investimenti per gli utenti talentuosi | Tech Fanpage.

L'entertainement in modalità web è diventato sempre più rilevante, ma ha seguito i modelli da cui partiva.

Video, Cinema e animazione erogati come se la fruizione si fosse spostata dal televisore al monitor o dalla sala cinematografica al computer. Pochi valori aggiunti se non le discriminanti spazio/tempo che sono i parametri fondamentali del web.

La televisione che diventa lentamente webtv, ma che spesso ripropone schemi passivi, se non addirittura peggiorativi rispetto alle potenzialità della rete.

La televisione tradizionale era diventata col tempo un mezzo che di proprio specifico aveva il tempo reale in distribuzione broadcast ma che distribuiva la maggior parte delle sue ore di intrattenimento con produzioni cinematografiche , film spostati sul piccolo schermo, film per la tv, telefilm, clip. A poco a poco lo specifico diventava soltanto il metraggio e quello che di linguaggio ne comporta quella riduzione.

Il cinema ha inseguito la televisione per anni e solo il 3d sembra essere la novità che lo renderà ancora appetibile, anche se questa modalità si presta solo a pochi e circoscritti generi e deve ancora sviluppare un suo linguaggio coerente

Nel web 2.0 deve cambiare tutto ma è cambiato già notevolmente tanto che nessuno se n'è accorto. Nessuno ha mai teorizzato YouTube ma questa piattaforma ha imposto un linguaggio che non è nè cinema e neppure tv. E' web-entertainement, tutto quello che l'intelligenza della folla poteva inventarsi.

Io mi aspetto che ora i social network diventino piattaforme di -tainement (ENTER INFO EDU)

Perchè il modello nasce da noi, coniuga un mood antico perchè la sintesi che fa Layla Pavone della socialità in rete che

sta creando nuove ed impreviste forme di socialita’ e di aggregazione, diverse da quelle tradizionali ma estremamente gratificanti, cementate da emozioni, sentimenti, passioni. • Sono le nuove comunita’, le nuove tribu’, i social network che trovano sovente in un “love mark” un fattore aggregante intorno a cui ritrovarsi

altro non è che la versione moderna e hi-tech de la: