Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
24 May

Ultima fermata Sucate

Pubblicato da admin  - Tags:  conversazione, milano, Moratti, Pisapia, politica, presidio, social branding, Sucate, twitter, Twitter

[caption id="attachment_1383" align="alignleft" width="300" caption="la moschea nel famoso quartiere di Sucate - Milano"][/caption]

Inventare un toponimo, fieramente volgare, verosimile e carognesco: Sucate. Stabilirci dentro la parola chiave del momento: moschea. Darlo in pasto, un boccone avvelenato, ai servili cani del nemico.

Nascondersi nell'ombra, come si faceva da bambini quando si mettevano i petardi sulle rotaie, e aspettare.
Lo scivolone Sucate ha scardinato il meccanismo cardine dei social media, basato sulla conversazione, sulla inesistenza di gerarchie vettoriali, sulla trasparenza e la condivisione di ruoli. Ha minato la credibilità del candidato Letizia Moratti, dentro l'elemento nel quale ha voluto essere autorevole da sempre, l'innovazione di processi, la modernità, la comunicazione mediatica. Ora subisce l'effetto domino negativo, perchè l'episodio fa emergere la propaganda, invece che la conversazione. Tutto la strategia mediatica della campagna di Letizia Moratti si basa sulle modalità tradizionali, il messaggio ribattuto, liofilizzato senza venire digerito, veloce, mantrico, asettico e profondamente legato all'accettazione acritica. Roba d Partito Comunista Albanese, da Rivoluzione Culturale maoista, da Organi di stampa della Corea del Nord. Per cui l'arco riflesso provocato dalla parola moschea, zingaro, arabo, musulmano ha l'effetto di un campanello che fa salivare l'impiegato malpagato dell'agenzia di comunicazione che presidia Twitter. La mancanza di autenticità e non la stupidità, emerge da questa storiella sulla nuova fermata aggiunta alla metropolitana milanese. Questo è il vero punto debole di un meccanismo social mediatico in politica, dove la persona è il media e viceversa. Per questo la politica basata sul leaderismo non può funzionare nel web 2.0 per quando ci provi Letizia Moratti. Berluscono lo sa e usa solo la tv.